Dispositivi in comodato d’uso gratuito? Rischi da non sottovalutare!

 

I dispositivi di monitoraggio utilizzati in diversi settori e soprattutto quelli utilizzati nell’ambito delle reti di distribuzione e trasporto del gas rilevano grandezze elettriche che variano nel tempo, mediante circuiti elettronici che devono garantire un elevato livello di precisione ed affidabilità nel tempo. 

Per ovvi motivi il comodato d’uso gratuito viene generalmente offerto mediante l’utilizzo di apparati già utilizzati in precedenza presso altri Clienti e/o giacenze di magazzino. In tal caso la semplice sostituzione della batteria o la sostituzione di alcuni componenti non è sufficiente a far tornare i dispositivi in piena efficienza come appena dopo essere usciti dalla linea di produzione. Ne consegue pertanto un elevato rischio sia di scarsa affidabilità iniziale nelle misure, sia di rapido degrado nel tempo, oltre ad una maggior probabilità di rottura nel medio periodo.

In tali casi risulta pertanto inevitabile per una garanzia di certezza della misura, ammesso e non concesso che il rischio di tale tipologia di proposta venga considerato accettabile, sia un certificato di calibrazione con strumento campione di riferimento certificato da un laboratorio accreditato per ciascun singolo dispositivo, sia una periodica ricalibrazione (almeno trimestrale) di tutti gli apparati in campo mediante analogo strumento campione.

Ne vale la pena? Forse meglio seguire altre strade comparabili dal punto di vista economico…contattaci!